Accesso ai servizi

Comunicazione del Sindaco sul Colle di Tenda



Comunicazione del Sindaco sul Colle di Tenda


Carissimi Vernantine e vernantini,
dal 1 giugno anche i residenti di Vernante potranno, almeno per il periodo estivo, transitare sulla strada dei 46 tornanti. Potremmo dire che è stata una conquista per i nostri concittadini e di questo ringrazio in modo particolare la Dott.ssa Triolo Prefetto di Cuneo e il suo staff che hanno accolto e perorato con la prefettura di Nizza, le istanze che già lo scorso anno il Comune di Vernante aveva avanzato in merito.

Sono convinto che forse si sarebbe potuto fare di più soprattutto in funzione dei tanti liguri e cuneesi che hanno seconde case al di qua o al di là della frontiera. Non biasimo però l’operato di chi deve decidere in merito alla sicurezza dei cittadini e alla tutela dell’ambiente, chi conosce e ha praticato la strada dei 46 tornanti, sa quanti rischi ci sono o potrebbero verificarsi in situazioni avverse.

La cosa che invece da primo cittadino, non coinvolto direttamente in una campagna elettorale personale, ma che deve perseguire assolutamente il benessere e la qualità dei servizi per i propri amministrati e di quanti contribuiscono all’economia del nostro territorio, VOGLIO EVIDENZIARE QUANTO MOLTO MI PREOCCUPA l’avanzamento dei lavori del Tunnel, del Ponte e dei lavori accessori per la riapertura del Colle di Tenda.

Siamo a fine Maggio e come prevedibile e rimarcato dal Comitato di monitoraggio, la riapertura prevista per il mese di giugno slitterà nuovamente, io come tutti mi auguro questo possa avvenire almeno prima della stagione invernale ma ne siamo convinti?

Dopo troppi anni in sofferenza, le nostre imprese e le attività economiche che operano sui territori della Valle Vermenagna e Roya hanno necessità di certezze e non solo.

In seno al comitato di monitoraggio lanciai l’ipotesi di trovare un modo per aiutare le attività soprattutto quelle del settore turistico che maggiormente faticano dalla chiusura alla transitabilità del Tunnel.

La forma potrebbe essere quella degli sgravi fiscali o contributi alle attività del settore o altre forme a me non note.

Mi rivolgo dunque a tutti i candidati alla Regione Piemonte affinché possano con atti concreti e non solo con annunci pre-elettorali farsi carico DA SUBITO delle istanze di un territorio vessato ormai da troppi anni per la realizzazione di un Tunnel del quale non pare ancora si possa vederne la fine certa.

Il sindaco
Gian Piero Dalmasso

Documenti allegati: